Ogni datore di lavoro deve rispettare normative ben precise in base al tipo di azienda che possiede. E’ facile però dimenticarsi che le leggi sono emanate per garantire la sicurezza sul posto di lavoro e per evitare incidenti anche mortali. Diventa quindi fondamentale far si che tutti i dipendenti possiedano i giusti dispositivi per la protezione individuale.

Molte categorie di lavoratori devono indossare guanti da lavoro specifici, che salvaguardino la mano da agenti meccanici e chimici, da allergeni e microrganismi patogeni.

Tessuto jersey 353049

Tessuto jersey 353049

Chi sceglie i guanti da lavoro?

 

I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) sono scelti obbligatoriamente dal datore di lavoro, in funzione dei requisiti necessari, affinchè sia garantita la protezione dei suoi dipendenti. Quindi, spetta a lui la valutazione dei rischi e ,se vi è la necessità,  fornire guanti da lavoro idonei.

 

I guanti vanno scelti in base alla frequenza di esposizione al rischio e al tipo di ambiente di lavoro. Il dipendente esposto ad una specifica sostanza chimica ad esempio, necessiterà di guanti diversi rispetto a chi, invece, lavora a contatto con sostanze meno aggressive.

Tipologie di guanti e caratteristiche

Guanto in nitrile 492

Guanto in nitrile 492

Una volta che il datore di lavoro ha stabilito il livello di rischio, dovrà selezionare i guanti da lavoro più idonei per i suoi dipendenti.

Esistono tre categorie fondamentali:

Chi svolge mansioni con rischi di basso livello, come ad esempio le pulizie, avrà bisogno di “guanti da lavoro di disegno semplice“.

Chi svolge lavori con una possibilità di rischio più alta, necessiterà di guanti resistenti all’abrasione, al taglio e alla perforazione. Tali DPI rientrano quindi nella classe dei “guanti da lavoro di disegno intermedio“.

Chi invece è sottoposto a rischi seri, che possano portare  a danni irreversibili o anche alla morte, dovrà indossare i “guanti da lavoro di disegno complesso“, vale a dire con resistenza massima.

 

Il datore di lavoro ha la responsabilità di fornire ai dipendenti  guanti da lavoro adeguati e regolamentati. I Dispositivi di Protezione Individuale  devono riportare necessariamente il timbro CE, il nome del produttore e la denominazione del guanto.

Sensilite [48-100]

Sensilite [48-100]

Le principali caratteristiche dei guanti da lavoro di qualità:

  • Devono proteggere la mano e parte dell’avambraccio.
  • Devono essere confortevoli e flessibili, così da permettere al dipendente di lavorare bene
  • Il PH del guanto deve avere un valore fra 3.5 e 9.5

 

In alcuni casi specifici potrebbero essere necessari guanti impermeabili e resistenti a temperature sotto ai -50°. I guanti da lavoro che servono per manipolare cibo invece, devono riportare la scritta “per uso alimentare”.

 

Gli obblighi del lavoratore

Il lavoratore ha il diritto di ricevere guanti adeguati al tipo di mansione svolta. Tuttavia, ha il dovere di tenere con la massima cura il dispositivo per la protezione individuale ricevuto.

Ciò significa che dovrà mantenerlo pulito e in buono stato, evitando assolutamente di manometterlo o modificarlo in alcun modo. Così facendo renderebbe l’oggetto non più a norma di legge ma soprattutto, comprometterebbe la sua sicurezza. Qualora a causa di un incidente sul lavoro i guanti dovessero rovinarsi, è tenuto a informare subito il datore di lavoro affinché possa procedere alla sostituzione.